Giornata del Giocattolo


Radici Motrici presenta – alla scoperta delle tradizioni con giochi in legno, strumenti musicali e dialetto tursitano –

 

“La tradizione: tra giochi, strumenti musicali e dialetto tursitano” è una inedita iniziativa di ricerca antropologica e ludico-formativa, specificamente rivolta agli alunni della Scuola Primaria dell’Istituto comprensivo “Albino Pierro” di Tursi. L’evento è coordinato dal visual artist Donato Fusco e si terrà nella palestra della scuola di via Roma, venerdì 27 marzo.

Le classi Prima, Seconda e Terza, quasi 100 bambini coinvolti, divisi in due gruppi, saranno guidati alla scoperta sia di alcuni strumenti musicali particolari, alcuni dei quali fatti a mano da Giuseppe Labriola, che ne ha realizzato molti con materiali di riciclo, sia di giochi in legno, costruiti con maestria dall’artigiano Romeo Curci. A fare da collante saranno le filastrocche in dialetto tursitano scritte e interpretate daRosa Gialdino, laureata in Scienze Politiche con la passione per le filastrocche (sia in italiano che in dialetto).  L’iniziativa è stata accolta con favore dalla dirigente scolastica Carmela Liuzzi, che ha dato la disponibilità ad estendere l’evento anche alle classi IV e V dello stesso Istituto.

“È il primo di una serie di appuntamenti con il mondo della scuola di base, in un ideale percorso di avvicinamento e interscambio intergenerazionale”, afferma Giuseppe Grieco, presidente dell’associazione culturale Radici Motrici, che da un anno promuove e organizza, corsi, laboratori ed eventi culturali nella città di Pierro e della Rabatana.

giornata del giocattolo radici motrici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *